Aula 4.0 – “da un’idea alla realizzazione” – Rotary Club Pesaro

Aula multimediale ROTARY 4.0 presso il Liceo Scientifico e Musicale Guglielmo Marconi di Pesaro

Fino a qualche anno fa il metodo didattico in uso nelle scuole era basato sull’insegnamento frontale. Nel 2015 il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha approvato il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale.

IL Rotary di Pesaro che da anni realizza dei progetti finalizzati al sostegno dei giovani e della scuola “Investendo nel futuro” (www.rotarypesaro.it), ha allestito la prima aula multimediale a Pesaro, portando a termine l’iniziativa più importante degli ultimi anni.
Questo progetto “risponde alla chiamata per la costruzione di una visione di Educazione nell’era digitale, attraverso un processo che, per la scuola, è correlato alle sfide che la società tutta affronta nell’interpretare e sostenere l’apprendimento lungo tutto l’arco della vita (life-long) e in tutti contesti della vita, formali e non formali (life-wide)” (da Piano Nazionale Scuola Digitale/MIUR).

Per la realizzazione del progetto il Rotary doveva trovare un partner, parimenti motivato, e una collaborazione attiva e qualificata dei propri soci.
Su segnalazione dell’Ufficio Scolastico Provinciale è stato scelto come partner il Liceo Scientifico e Musicale G.Marconi di Pesaro.

Decisiva è stata la collaborazione del socio del Club Architetto Marco Tamino: fra le sue opere ricordiamo il progetto architettonico per il recupero e la riqualificazione funzionale delle 13 principali stazioni ferroviarie Italiane tra cui Roma Termini, Milano Centrale e Firenze SMN. La progettazione ed il coordinamento tecnico per lo sviluppo dei programmi per la realizzazione di nuovi poli turistici in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. Nel settore della residenza universitaria ha sviluppato uno specifico know how attraverso numerose iniziative fra le quali il Campus dell’Università di Tor Vergata di oltre 1500 posti letto. La progettazione nel settore terziario del “Da Vinci Center”, nel nuovo Distretto Fieristico di Roma e molti altri interventi in Italia.

I partner, nello studio del progetto per realizzare l’aula multimediale, hanno concordato che per mettere in sintonia il sistema scolastico con i processi che stanno permeando il sistema produttivo, dei servizi e in genere tutti gli aspetti della vita sociale e culturale contemporanea, il primo passo era il potenziamento delle dotazioni strumentali quasi sempre arretrate e carenti.

Con l’arrivo delle tecnologie informatiche più avanzate si è delineata anche una nuova visone della didattica per superare i modelli di insegnamento finora più diffusi e la tradizionale ripartizione delle attività didattiche tra casa e scuola, richiedendo soprattutto la capacità di quest’ultima di interagire con le reti comunicazionali di un universo globalizzato.

Tutto questo ha avuto inevitabili ricadute sulla conformazione degli spazi fisici della didattica. L’allestimento della nuova aula è stato fatto utilizzando lo spazio di due precedenti aule che sono state unite, le linee della progettazione sono di seguito illustrate:

 

 

Il progetto ha seguito le linee sotto evidenziate: assenza di cattedra e di banchi tradizionali, ambiente più confortevole, colori vivaci arredamento delle pareti con opere realizzate dagli alunni del corso di pittura del Liceo.

 

 

La realizzazione dell’aula costituisce un vero e proprio prototipo che ha impegnato il nostro scoio Arch. Tamino a disegnare i tavoli, il rivestimento della preesistente scala a chiocciola ed altri particolari dell’aula, creando le premesse per repliche in altre scuole, in particolare delle nostre zone terremotate, con l’utilizzo anche di risorse della Fondazione del Rotary International.

 

 

Particolari dei tavoli “di lavoro” per gli student, realizzati su disegno dell’arch. Tamino.

Il Past President Camillo Piazza Spessa ha realizzato delle brevi interviste

con il Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico e Musicale G. Marconi

con la prof.ssa Loretta Bravi Assessore alla Regione Marche per la Formazione, Lavoro, Scuola, Università e Famiglia

Con la Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Dott.ssa Marcella Tinazzi

con il nostro Socio Architetto Marco Tamino.

Alla realizzazione dell’allestimento della nuova aula multimediale hanno collaborato anche altri soci del Rotary Club di Pesaro: per la Direzione dei Lavori, per i contatti con le imprese, per la formalizzazione del memorandum d’intesa con il partner pubblico, per la comunicazione, etc.
Nel progetto “AULA ROTARY 4.0” scompare la “cattedra” che nella scuola tradizionale è stata il centro focale della docenza. La dotazione tecnologica dell’Aula comprende la grande lavagna interattiva e un sistema avanzato di Streaming per rendere l’aula funzionale all’attuazione della didattica a distanza; computer di ultima generazione completano la dotazione infromatica. Nell’aula è posizionato un pianoforte a coda e gli studenti possono utilizzare delle tastiere

elettroniche per l’elaborazione ed ascolto digitale della musica.

Il docente assume un ruolo di “tutor“ e dispone di un punto di appoggio operativo e di una sedia con ruote perché gli viene richiesto di spostarsi tra gli studenti per partecipare attivamente al loro lavoro.
Scompaiono anche i “banchi” che si trasformano in tavoli colorati di riunione circolari, appositamente designate, per favorire il dialogo, lo scambio e la collaborazione che sono alla base del lavoro di gruppo sul quale è focalizzato il modello didattico di riferimento.

E’ stata data vita ad un’immagine innovativa: la pavimentazione, l’illuminazione, gli arredi realizzati su disegno e la zona per i momenti di relax e di rapporto informale tra gli studenti, hanno l’obbiettivo di riproporre il comfort che si può avere a casa propria o in un internet caffè. I materiali ed i colori usati con una libertà inconsueta nella scuola, si confrontano con le sensibilità e i mood contemporanei. L’ambiente ha una forte caratterizzazione non sono però presenti interventi ornamentali fatta eccezione per la presenza delle opere realizzate dagli studenti di quest'anno sotto la direzione di un docente del Liceo.

I lavori degli studenti non sono stati fissati al muro per assumere solo un ruolo decorativo; sono stati solo appoggiati su mensole che ricordano i cavalletti dei pittori, in modo da poter essere facilmente sostituiti nel tempo con altre opera realizzate degli studenti dei prossimi anni, per sottolineare anche simbolicamente la vitalità della ricerca e la creatività che è di casa nel Liceo Scientifico.

 

 

Lo Streaming che costituirà un’opportunità fondamentale per diverse attività formative e per diverse tipologie di student e corsisti: didattica in orario pomeridiano o serale fuori sede, didattica a distanza per studenti disabili o impossibilitati anche temporaneamente alla frequenza per motivi di salute, attività di sostegno e recupero nel periodo estivo. Con il Liceo Scientifico inoltre è stato sottoscritto un accordo che prevede la possibilità di concedere in utilizzo l’aula per videoconferenze, in orari concordati, ad Enti, Associazioni e soprattutto Piccole imprese, utilizzando la strumentazione dello Streaming di cui è dotata.

Una dimostrazione dello Streaming è stata fatta il giorno dell’inaugurazione dell’Aula.

 

Un’ ampia galleria fotografica consente di seguire passo passo la realizzazione dell’opera.

1. La discussione per la realizzazione del progetto

2. com'era l'aula

3. com'era l'aula

4. i lavori

5. i lavori

6. i lavori

7. la pavimentazione nuova

8. la pavimentazione nuova

9. l'impianto elettrico

10. l'illuminazione - particolare

11. la scala a chiocciola com'era

12. il nuovo contenitore

13. la sistemazione

14. la scala a chiocciola oggi

15 il nuovo arrdamento

16. il nuovo arredamento

17. particolari dei tavoli attrezzati

18. particolari dei tavoli

19. i nuovi tavoli

20. una panoramica

21. l'allestimento dello streaming

22. l'allestimento della lime

23. le opere degli studenti

24. il piano a coda

25. l'angolo relax

26. lezione di musica

27. il logo dell'Aula

28. la brochure di presentazione

29. il taglio del nastro

31. la comunicazione

32. l'esterno

33. l'ingresso dall'esterno

34. studenti in aula

35. strudenti in aula bis